LA “TRANSUMANZA” E’ PATRIMONIO DELL’UMANITA’

Il Comitato Intergovernativo Mondiale dell’ UNESCO , riunito a Bogotà in Colombia, ha iscritto all’unanimità la Transumanza tra i  Patrimoni Culturali Immateriali  Mondiali dell’Umanità.  La proposta è stata avanzata dall’Italia (capofila) Austria e Grecia, interessa anche Francia e Portogallo che hanno anch’ess aderito ad un apposito progetto e protocollo di cooperazione internazionale,  unisce tutta l’Italia dalle Alpi al Tavoliere e comprende comuni come Amatrice, Pescocostanzo, Anversa degli Abruzzi, Lacedonia in alta Irpinia, Volturara Appula, tutti paesi colpiti da avversità del territorio ma tutti che possono nutrire grandi speranze di riscatto in questo riconoscimento.

Si cominciano a registrare le dichiarazioni esulanti dei Ministri Bellanova e Conte, del Presidente della Regione Molise Donato Toma.                                          Grande è il sentimento di gratitudine per l’azienda guidata da Carmelina Colantuono, che  mantiene a Frosolone nel Molise questa tradizione come testimonianza culturale e  pratica di “nuova economia” sostenibile nonché di produzioni alimentari di altissima qualità.                                                               L’iter è stato lungo e non facile, condotto dall’Agenzia Moligal del Molise, guidata con passione, competenza e larga visione da Nicola Di Niro                 L’Altritalia Ambiente è orgogliosa di essere tra le  associazioni che ne l 2009 hanno avviato questo percorso con l’accordo di collaborazione per il progetto “PARCO DEI TRATTURI  DEL MOLISE “ oggi divenuto il grande progetto Internazionale.

SEGRETARIO GENERALE                                                                                                             FILIPPO POLEGGI

 

        GRANDE ATTESA PER “ TRANSUMANZA” BENE DELL’UMANITA’

Il Comitato Mondiale dell’ UNESCO , riunito a Bogotà in Colombia, deciderà se includere la Transumanza nella Lista dei Patrimoni Culturali Immateriali  Mondiali dell’Umanità. La Transumanza è un antica pratica della pastorizia che consiste nella migrazione stagionale del bestiame lungo le rotte migratorie nel Mediterraneo e nelle Alpi che affonda le sue radici nella preistoria e si sviluppa in Italia anche tramite le vie erbose dei “tratturi” ancora in uso nel Molise e in Puglia, vere “autostrade” larghe fino a 25 metri. La proposta è stata avanzata dall’Italia (capofila) Austria e Grecia, interessa anche Francia e Portogallo che hanno anch’esse aderito ad un apposito progetto e protocollo di cooperazione internazionale,  unisce tutta l’Italia dalle Alpi al Tavoliere e comprende comuni come Amatrice, Pescocostanzo, Anversa degli Abruzzi, Lacedonia in alta Irpinia, Volturara Appula, tutti paesi colpiti da avversità del territorio ma tutti che possono nutrire grandi speranze di riscatto in questo riconoscimento.                                                                                                       Di grande valore è la testimonianza dell’impresa che, guidata da Carmelina Colantuono, mantiene a Frosolone nel Molise questa tradizione come testimonianza culturale e  pratica di “nuova economia” sostenibile nonché di produzioni alimentari di altissima qualità. L’iter è stato lungo e non facile, condotto dall’Agenzia Moligal del Molise, attraverso una ”scala” di riconoscimenti propedeutici. L’Altritalia Ambiente è orgogliosa di essere tra le  associazioni che ne l 2009 hanno avviato questo percorso con l’accordo di collaborazione per il progetto “PARCO DEI TRATTURI  DEL MOLISE “ oggi divenuto il grande progetto Internazionale.

 

 

LA GIORNATA DELL’ALBERO A CAMPOBASSO

Il 21 novembre 2019 i volontari de L’Altritalia Ambiente di Campobasso hanno celebrato la festa dell’albero mettendo a dimora 3 frassini nel giardino ella scuola dell’infanzia di “Via Crispi”, Istituto Comprensivo “Giovanni Antonio Colozza”.

La cerimonia si è svolta d’intesa e in collaborazione con la dirigenza dell’Istituto, le ottime insegnati, il personale della scuola e l’Amministrazione del Comune che ha coordinato un intervento complessivo e diversificato in tutti i plessi scolastici della città nell’ambito di  una  importante iniziativa che sta svolgendo, la “Settimana europea per la riduzione del rifiuto”.

Così la dirigente dell’ istituto Maria Antonietta Rizzi, l’assessore al verde del comune Simone Cretella, il segretario generale dell’Altritalia Ambiente Filippo Poleggi, dopo brevissimi e affettuosi saluti hanno festeggiato con duecento “cuccioli” che cantavano, ballavano, in coro hanno recitato la bellissima poesia che alleghiamo, poi ovviamente abbiamo piantato gli alberi nel giardino. E’ stata una vera festa.

 

 

Giornata nazionale degli alberi: L’Altritalia Ambiente presente nelle scuole di varie province italiane

Roma. Pieno successo per GAIA –L’Altritalia Ambiente in occasione della giornata nazionale degli alberi celebrata oggi 21 novembre.                                 Nella capitale d’Italia lo stesso presidente di GAIA – L’Altritalia Ambiente, Renato Narciso, ha presenziato alla piantumazione di 2 alberi di ulivo all’interno del plesso scolastico del Liceo Kennedy ubicato nello storico quartiere di Monteverde. Presenti la preside Lidia Cangemi, la vice preside Tamara Nale, i docenti Simonetta Cellini, Giusy Ricci, Mariagrazia Ascoli, Girdano Berti, Gabriele Guarino, il tecnico di laboratorio Nino Ferri e 3 classi dell’istituto, la 2°E, la 3°A e la 5°E. Gli alunni hanno contribuito fattivamente alla piantumazione dell’albero.                                                                                                  A Campobasso il segretario generale de L’altritalia Ambiente Filippo Poleggi, d’intesa col comune e con i dirigenti della scuola dell’infanzia Giovanni Antonio Colozza, hanno provveduto alla piantumazione di 3 frassini.

A Trieste invece il segretario e in vicesegretario della sezione cittadina, Marco Manzoni e Adriano Toffoli , insieme ai soci Italo Toncich  e  Alice Tessarolo,  hanno svolto l’iniziativa presso la scuola Gianni Rodari piantando un gelso bianco alla presenza del dirigente scolastico di Valmaura e del noto ambientalista Giorgio Cecco promotore di Progetto Ambiente  ci cui la stessa Gaia-L’altritalia Ambiente fa parte.                                                                                   A Torremaggiore, in provincia di Foggia infine, i volontari guidati dal vicepresidente Ruggiero Del Grosso, hanno piantato due biscous nei giardini della scuola primaria e materna Emilio Ricci e in quella dell’ex San Giovanni Bosco alla presenza del preside Matteo Scarlato. A coordinare i volontari sul campo la socia Alessandra Tomaselli, da sempre in prima linea nelle campagne a difesa dell’ambiente.

A Livorno, Siena e Lucca l’allerta meteo e il maltempo incessante hanno impedito al momento ogni tipo di iniziativa in tal senso, mentre la sezione di Savona celebrerà la giornata domenica 24 novembre in collaborazione con l’associazione Asinolla di Pietra Ligure.

 

Immagine

“Glocali” , un progetto per invitare i molisani a conoscere meglio il loro territorio e la loro comunità